@Mikamai all’evento #EyeOnChina

by Redazione on February 26th, 2013

Giovedì 21 febbraio si è svolto presso il Talent Garden di Milano, il primo evento di Digital in the Round focalizzato sulla Cina: An Eye on China.

Scopo della serata illustrare lo scenario dei social media in Cina e le opportunità del digital marketing, il tutto presentato da Guido Ghedin (Marketing & Researcher per Young Digitals srl) seguito dall’intervento di Andrea Fenn (Strategy Director per Fireworks Limited di Shanghai).

Schermata 2013-02-25 alle 16.22.37

Guido ha aperto le danze introducendo Digital in the Round (nuovo progetto di Young Digitals srl), facendo notare come i milioni di abitanti che risiedono in Cina, Russia e altre potenze mondiali che stanno crescendo, non siano presenti sui “western social networks”.

Niente Facebook, niente Twitter, niente Pinterest quando si parla con (e di) loro. E quindi?

Un po’ di dati per inquadrare la situazione:

1. L’India nel 2015 sarà il paese con più rappresentanti all’interno di Facebook (560 milioni under25);
2. Oltre il 93% degli utenti internet filippini sono su Facebook;
3. Il terzo paese più rappresentato su Facebook è l’Indonesia, mentre Jakarta è la città più attiva su Twitter a livello mondiale;
4. Il 92.5% degli utenti Facebook dallo Swahili si connette tramite mobile;
5. In Russia, più di 45 milioni di utenti sono iscritti a VKontakte. Su Facebook ne sono iscritti “appena” 7.5 milioni;
6. In Giappone, Facebook ha dovuto aspettare 5 anni prima di poter superare in termini di iscrizioni il social locale Mixi. Line (applicazione mobile e da desktop per scambiarsi messaggi gratuiti) ci ha messo 1 anno per superarli entrambi;

Dopo questa infarinatura generale, pronti per focalizzarci sulla Cina?

La Repubblica Popolare Cinese è il paese più popolato al mondo e con il suo miliardo di persone, occupa oltre il 19% del mondo.
Oltre 500 milioni di persone hanno meno di 30 anni e, pensate, la popolazione online supera i 550 milioni utenti!
Per quanto riguarda i dati da mobile, in Cina vi sono oltre 1.1 miliardi di mobile user (su 1.3 totale di popolazione!) e di questi, 300 milioni sono connessi alla rete 3G e hanno uno smartphone.

NB: in un anno gli utenti 3G sono passati da 50 a 200 MILIONI!

 

Cifre interessanti, non trovate? Andando più nel dettaglio tecnico, in Cina vi è un motore di ricerca che occupa ben il 92% del mercato: Baidu.
Baidu ha un’enciclopedia online scritta collaborativamente (Baidu Baike) e un forum di discussione con ricerche basate su parole chiave.
Il motore di ricerca cinese indicizza oltre 740 milioni di pagine web (ovviamente tutte lige alla censura del governo), 80 milioni di immagini e 10 milioni di file multimediali.
Supremazie anche per altri settori online: Alibaba leader degli E-Commerce, Tencent per i siti di Gaming e QQ per i sistemi di messaggistica (oltre 700 milioni di utenti).

Dopo quest’introduzione di Guido Ghedin, la parola è stata passata ad Andrea Fenn, in diretta webcam da Shanghai. Andrea si è addentrato più nel dettaglio dello scenario cinese. Dati alla mano: nell’ultimo anno, il 43% dei cinesi guardano MENO televisione e la distribuzione della carta stampata è diminuita del 10.4%, percentuale che si pensa aumenterà al 20% nel 2014.

Detto ciò, vediamo cosa succede online:

 

Schermata 2013-02-26 alle 11.24.51

 

10 milioni di nuovi utenti online al mese. E pensate, il 58.7% del totale si trova su Weibo, il maggior social network della Cina, molto simile a Twitter (per fare una comparazione)
e ben 300 milioni di utenti usano il sistema di messaggistica da mobile Weixin (WeChat). Il cinese medio, e dopo questi dati non mi risulta strano capirlo, dà più peso ad un commento online espresso da uno sconosciuto, rispetto alla raccomandazione fatta “offline” da un’altra persona ed è per questo che la ricerca di prodotti e servizi avviene online, sui social network.

Che ci crediate o meno, il 77% degli utenti crede che la presenza sui social network renda il brand molto più attraente.
Di conseguenza, si contanto su Weibo oltre 230 mila pagine aziendali, ma le incomprensioni sono dietro l’angolo:

 

Schermata 2013-02-26 alle 11.31.04

 

Schermata 2013-02-26 alle 11.31.14

 

E’ ormai risaputo che in Cina, più si ostentano i soldi, più si mostra le cose costose che si riescono a comprare, più si è considerati una persona importante.
Non stupisce sapere quindi che l’80% degli acquirenti di prodotti di lusso sono under45.

 

Schermata 2013-02-26 alle 11.35.18

 

Caso Burberry: il brand inglese ha dedicato il 60% del suo budget marketing in digital e, sopratutto, in Cina, che gli ha portato un +30% dei ricavi nel 2011.

 

Schermata 2013-02-26 alle 11.38.26

 

Nel 2013 cosa accadrà? Beh, vi lascio alla presentazione di Andrea Fenn nella quale si stima un aumento considerevole delle vendite via E-Commerce,
del rafforzamento del Social-Commerce e dell’aumento di acquisti all’estero. Perché? Perché i nostri prodotti costano meno.

Per qualsiasi altra informazione sull’evento, le presentazioni e lo streaming dello stesso vi rimando a questo link: bit.ly/eye-on-china
E voi cosa pensate del mercato cinese?

Share here!
3 Comments »

Un anno con @Mikamai!

by Redazione on December 19th, 2012

Un altro anno sta finendo, forse finirà per sempre data la profezia Maya, ma non staremo a parlare di questo (che davvero, ne abbiamo tutti le scatole piene!).
Volevamo scrivere un post diverso, ma che mettesse in comune le idee di diverse altre realtà: un bel riassunto di cosa abbiamo combinato in questo 2012!

 

Come avrete notato, qui a Mikamai ci divertiamo a condividere esperienze e conoscenze con le persone e per questo non ci tiriamo mai indietro nell’organizzare eventi a “casa nostra” dalle porte sempre aperte (vi sfidiamo a tre giorni di Swap Party!!!).
Quindi ci siamo domandati “chissà se dicono qualcosa di noi online?” ed ecco una piccola analisi di fine anno :-)

Cosa ci siamo detti in quest’ultimo anno? Sempre costante la presenza su Twitter e sui sistemi di microblogging, seguiti a ruota dai social network (capitanati da Facebook) e dai blog.

 

Con i nostri mezzi di comunicazione, oltre a voler mantenere un contatto con tutte le persone che passano a trovarci a ogni evento che organizziamo e non, ci piace diffondere notizie sempre sul pezzo e sulla cresta dell’onda, che possano essere d’aiuto a tutti e che spaziano in tutte le tematiche: tecnologia, novità, food & beverage e fashion… Non ci facciamo mancare nulla ;-)

    

E dopo queste sviolinate generali (ma diciamocelo, meritate ;-P), passiamo ai fatti:

- Oltre 500 conversazioni tutt’ora attiva online in tutte le piattaforme web;
- Articoli che parlano di noi e delle nostre attività sulle maggiori testate nazionali, blog e siti del settore;
- Facebook:

- Twitter:

Dopo pubblicazioni, news, eventi, feste, è passato anche questo 2012 e ci teniamo a ringraziare tutte le persone che sono passate per le nostra mura e che credono nei nostri progetti, che ci seguono qui sul blog e sugli altri canali ufficiali.

Vi comunichiamo, oltrettutto, che è online il nostro nuovo sito, quindi, passate a darci un occhio ;-)

Grazie a tutti e buone feste!!!

Il team di Mikamai

Share here!
No Comments »

What’s Up Facebook?!

by Giuseppe Guidotti on December 11th, 2012

Con più rumors di una Velina tornata da poco single, il colosso di Zuckerberg continua a far parlare di sé gli addetti ai lavori e non solo. Sembra infatti che il personalissimo regalo di Natale che vogliono farsi da quelle parti sia l’ennesimo successo del mondo delle applicazioni per smartphone: “whatsApp”.

Non una novità quindi, ma una applicazione che ormai da anni è una presenza fissa su ogni dispositivo dotato di una connessione internet. Perché? Molto semplice, WhatsApp permette di scambiarsi sms con la facilità di una chat, allegare foto, video e soprattutto non spendere un centesimo per gli sms. Qualcosa di molto simile ha tentato di fare Facebook lanciando tempo fa l’applicazione Messenger. Che il mondo della chat e degli sms si sia ormai fuso in un ibrido è un dato di fatto, ma allora perché il social network da un miliardo di utenti dovrebbe voler acquisire un’applicazione che fondamentalmente non offre un vero valore aggiunto?

Alcune risposte sono intuitive, altre meno. Ovviamente è una questione di prestigio e di forte consolidamento della propria presenza sul mondo Mobile. In seconda istanza Facebook ama acquistare per portarsi in casa non solo la tecnologia ma le menti e le persone che stanno dietro ad una idea brillante e WhatsApp e sicuramente uno di questi casi. Ultimo punto ma fondamentale, l’applicazione in questione chiede a tutti i suoi utenti di accedere alla rubrica di ognuno di noi, ciò vuol dire che in qualche modo noi abbiamo acconsentito a dare tutti i numeri dei nostri amici a WhatsApp, acquisendo questo patrimonio Facebook farebbe certamente un passo in avanti gigantesco dal punto di vista della gestione mobile.

Un colosso che diventerà un grande fratello in grado di conoscere sempre più dettagli dei propri utenti. Saprà farne un buon uso?

Share here!
No Comments »

Sex-addicted o Social-addicted?

by Redazione on November 19th, 2012

Rinuncereste mai al sesso? E in caso la posta in ballo fossero i Social Network, cosa fareste?

Da un recente studio si è scoperto che le persone sono più propense a rinunciare all’atto del sesso piuttosto che al proprio profilo di Facebook, ma vediamo i dati: l’83% degli utenti attivi nei social è composto da utenti con età compresa tra i 18 e i 29 anni; le persone nei social network coprono l’82% della popolazione mondiale online; al mese le persone passano mediamente 7h45min su Facebook, che equivalgono a 57 atti sessuali.

 

 

“E’ più difficile resistere ai Social Nework rispetto al sesso”, ma perché?

  • 62% degli utenti condivide personal news;
  • 56% degli utenti spia cosa fanno gli altri;
  • 16% degli utenti organizza appuntamenti;
  • 84% degli utenti mantiene vive le relazioni a distanza.

 

 

Ecco i consigli pratici per una best presence:

  • Be remarkable;
  • Show affection;
  • Make feel special;
  • Be a hero. Or a rebel;
  • Be real

 

Come mostrato nella “Social Media Revolution”, i Social Media hanno sorpassato il porno come #1 attività sul web. Al di là della comparazione, è inutile girarci attorno: siamo drogati di Social Network. Se non andiamo almeno una volta al giorno su Facebook, se non twittiamo o facciamo check-in su Foursquare incorriamo in crisi di astinenza.
Quindi? Dove finiremo? Ma soprattutto, voi, quanto lungo ce l’avete… il Twitter? ;-)


[Fonte: Slideshare]



Share here!
No Comments »

Affordable Art Fair approda a Roma!

by Redazione on October 24th, 2012

Questo weekend finalmente Affordable Art Fair sbarcherà a Roma!

Domani, giovedì 25 ottobre, ci sarà l’inaugurazione della Fiera, mentre dal 26 al 28 ottobre si svolgerà l’evento in un’affascinante e illustre location romana, La Pelanda, uno spazio di 4000 mq all’interno del Mattatoio destinato ad attività espositive, formative e laboratori.

Dopo l’edizione di Milano, avvenuta febbraio scorso, Mikamai ha partecipato anche all’evento di Roma in qualità di partner tecnologico della Fiera internazionale supportando l’iniziativa artistica con una campagna sui Social Network durante tutto il suo svolgimento.

Per l’occasione Mikamai ha condiviso, sulla pagina Facebook di AAF Roma, un album contenente sei tra le opere più significative esposte alla fiera. L’obiettivo? Invitare gli utenti a taggarsi sulla foto che più piaceva o in cui più si riconoscevano, entro giovedì 18 ottobre.

     

Risultato: l’opera che ha ottenuto più tag è stata riprodotta in forma di mosaico, con piccole foto profilo delle persone che l’avevano scelta e sarà visibile a Roma per tutta la durata della fiera.

PALMA ARTE – John Costa – Give me a big kiss (Chicago) – photographyon plexiglas – cm50x70cm 

 

La campagna, nel giro di una ventina di giorni, ha portato circa 500 nuovi fan alla pagina AAF Roma, mentre ad oggi il numero sia dei fan che del talking about this registrati continuano a salire.

Vi invitiamo tutti a partecipare e scriverci le vostre impressioni sull’iniziativa ;-)

Qui il link per comprare i biglietti ancora disponibili online!
https://www.mioticket.it/affordableartfair/default.asp

Share here!
No Comments »